• Barbara Fabbroni (On Novella2000)

Il secondo amore non si scorda mai


La seconda volta è meglio della prima.

È davvero così? Oppure lo fanno credere la schiera nutrita di tutti coloro che sono convolati a nozze per la seconda volta?

Le statistiche sono davvero rassicuranti come vogliono far credere?

Possiamo davvero scivolare felici nel secondo matrimonio senza correre il rischio di ritrovarsi punto e a capo una nuova volta? Sarà un nuovo fallimento anche questa volta?

Esiste l’altra parte della mela o è solo un’illusione?

Se il primo matrimonio è naufragato perché dovrebbe ripetersi la stessa cosa con il secondo?

Mille e più domande popolano la testa trovando infinite variabili di risposte, eppure, nonostante tutto le persone, più o meno favose, provano a realizzare il sogno d’amore archiviando il primo fallimento nel cassetto della memoria.

Al cuor non si comanda come alla voglia di farsi una famiglia, dove rifugiarsi e sentirsi protetti, compresi, accolti.

Sposarsi non è un dovere ma un piacere (almeno la seconda volta) legato al desiderio di unire la propria vita a un’altra persona che rappresenta tutto ciò che andiamo cercando. Il matrimonio diventa il punto di partenza non più di arrivo. Da lì inizia il vero viaggio di scoperta di se con l’altro da sé.

I Vip da sempre c’insegnano a credere nella magia del matrimonio.

Elizabeth Taylor è conosciuta, oltre che per essere stata una stella del cinema, specialmente per due cose: i suoi meravigliosi occhi blu tendenti al viola e i suoi otto matrimoni! Eh si otto! Di cui due con la stessa persona! Un meraviglioso amore.

Che dire di Joan Collins? La star di Dallas ha detto cinque volte “sì lo voglio”! Anche lei non si è proprio fatta mancare nulla! Ha alzato sempre il tiro cercando quel di più stuzzicante e intrigante.

Come Geena Davis, l’indimenticabile Thelma del film Thelma e Louise ha detto ben quattro volte sì!

Strepitose queste attrici che trovano sempre quel qualcosa in più tanto da non rinunciare assolutamente al grande passo.

Insomma queste signore di Hollywood c’insegnano che mai nulla è perso se la prima relazione fallisce anzi si può sempre alzare l’asticella e toccare vette altissime d’intensa eroticità.

Seguendo il gossip però a volte restiamo sorpresi poiché, gira e rigira, si torna al punto di partenza.

Non sarà che la minestra riscaldata è sempre meglio di quella nuova?

Oppure conosciamo così bene l’altro che non abbiamo bisogno di inventare strane alchimie per tenerselo ben stretto?

Al Bano e Romina ne sono l’esempio eclatante di come si può tornare al punto di partenza. Per loro sembra che, nonostante un lungo periodo di pausa, un nuovo matrimonio e altri due figli per lui, nulla è andato perso.

Significa che può ritentare con la stessa persona la seconda volta pur non essendo la bella Elizabeth Taylor?

Romina e Al Bano, hanno passato separati diciotto anni, superando dolori, lutti, abbandoni, separazioni, adesso oltrepassati i sessant’anni hanno ricucito le ferite tanto da ricreare un equilibrio perfetto che fa immaginare un lieto fine.

Galeotto è il lavoro? Lo sono i viaggi per promuovere le loro canzoni di sempre oppure c’è qualcosa di più che noi non possiamo conoscere ma solo intuire?

In questi ultimi mesi le pagine dei magazine hanno parlato di loro senza tregua. I talkshow hanno sviscerato fin nei più intimi particolare questo accadere. Si è detto tutto e il contrario di tutto. Una vera e propria novella d’amore in stile XXI secolo.

Tanto che da mesi la bella Loredana ha abbandonato la tenuta di Cellino San Marco per la felicità della madre di Al Bano e, pare, non solo.

Nonostante queste vicende la famiglia Carrisi, allargata e numerosa, pare viva in perfetta armonia. Beati loro!

Antonella Clerici sembra aver finalmente trovato l’amore assoluto, archiviando la turbolenta e altalenante storia con Eddy, grazie a Vittorio Garrone.

Una nuova, grande famiglia allargata, dove ognuno occupa un ruolo determinante per il buon successo dell’armonia.

Un incastro perfetto tra i figli, i fratelli, le sorelle e l’insieme dei parenti che lascia ipotizzare presto le nozze. Lei ha addirittura rinunciato a impegni lavorativi per stare più vicino al suo amore, cambiando città, abitudini, quotidiano.

Che dire allora, la seconda volta è davvero più intensa e migliore della prima?

Pare proprio di si, tant’è che nemmeno l’età è un problema per provarci ancora una seconda volta.

Nel 2015 l’attore Fabio Testi si sposa a Capri in seconde nozze con Antonella di trent’anni più giovane di lui, qualcosa di magico deve pur esserci! Non credete?

Vincent Cassell si risposa ancora una volta. Dopo il divorzio da Monica Bellucci a novembre è pronto a rimettere la fede al dito con Tina Kunakey Di Vita, 21 anni, dirompente modella in ascesa. Forse saranno i 21 anni della fanciulla che negli scatti postati sui Social mostra una carica erotica da far invidia alle più esperte? Oppure è davvero amore? Che dite? C’è qualcosa in più?

Io sono convinta che quelli “della seconda volta è meglio” scoprono quel pizzico in più di erotismo e gioco intimo che assolutamente non guasta, anzi dà quel brivido in più che riporta ai bollenti fermenti dell’età giovanile.

Molte relazioni falliscono perché la parte intima viene accantonata o è così insoddisfacente che l’unica soluzione, dopo aver affrontato l’argomento in più riprese, è guardare altrove. Così si apre un nuovo mondo fatto di coinvolgimento erotico che fa vedere tutto da una nuova angolazione tanto da portare i più a decisioni forti con la prima relazione. Unica possibilità: separarsi!

Gli ex restano con un cerino in mano e la domanda continua “che cosa mancava nel nostro rapporto?”.

Cosa mancava avete anche il coraggio di chiedervelo? L’unica risposta possibile è: “il pepe della relazione, il sesso ben fatto!”.

Eh si perché anche se non lo ammettete le relazioni per la maggior parte dei casi naufragano quando tra le lenzuola non c’è quel coinvolgimento e soddisfacimento che appaga. La sessualità e il sesso che vi piaccia o no è la chiave essenziale per una relazione soddisfacente che duri nel tempo.

Possiamo anche fissare i punti essenziali perché la seconda volta è meglio, se siamo onesti con noi stessi ci rendiamo conto che la seconda volta è meglio perché l’intesa sessuale fa scintille.

Andiamo per gradi. So che è molto più rassicurante leggere i punti di snodo verso la felicità quando decidiamo di dire “si lo voglio!” per la seconda volta.

Allora vediamo cosa c’è di diverso poiché chi si risposa una seconda volta sostiene che sia molto meglio della prima esperienza, complice una consapevolezza maturata col tempo (io credo che dipenda più da una consapevolezza erotica e sessuale costruita nel tempo e assetata di soddisfacimento!).

  • Essere sempre se stessi! Già perché fare le alchimie e, poi, dopo il si rimettersi nei propri panni delude e amareggia. Nessuno deve offrire un’immagine di sé diversa dalla realtà.

  • Non c’è bisogno di cambiare nessuno. Scegli solo perché quello che trovi ti piace e soddisfa. L’importante è amarsi per ciò che si è con pregi e difetti. Però a un patto: che tra le lenzuola ci siano i fuochi d’artificio!

  • La simpatia oltre alla carica erotica è essenziale per dare vivacità al rapporto senza rischiare di ritrovarsi dopo un po’ di tempo a passare le serate in compagnia del telecomando, lui in salotto, lei in camera da letto, sbofonchiando e cercando di non pensare per non alimentare la rabbia.

  • Il primo matrimonio insegna e cambia. A 40 anni le declinazioni sono altre e le prospettive guardano su direzioni più decise. Non si perdona nulla c’è bisogno di consapevolezza, volontà, determinazione, passione e maturità.

  • Nessuno alimenta illusioni, sa già cos’è un matrimonio tanto più la seconda volta è voluto consapevolmente, non è qualcosa di sconosciuto!

  • Saggezza, maturità, consapevolezza dei propri bisogni sono le basi su cui far nascere il secondo matrimonio.

  • Gli errori precedenti hanno insegnato molto. Quelli non dovranno essere ripercorsi pena un nuovo fallimento.

  • Il secondo matrimonio ci sarà perché è davvero voluto, altrimenti meglio fare altre scelte. Quindi la seconda volta è davvero la scelta più libera che viene fatta nella propria vita.

Oltre a tutto questo è significativo seguire un piccolo promemoria (utile a tutte le tipologie di relazioni):

  • Smetti di puntualizzare, già la prima volta è andata come andata per la modalità affettante e puntigliosa messa in atto, lasciala andare non serve!

  • Il partner non sarà in ostaggio dei tuoi bisogni e delle tue esigenze, non è un maggiordomo né tanto meno un cavalier servente. Costruire insieme la propria vita condividendo entrambi gli interessi è fondamentale per non fallire ancora una volta.

  • I litigi? Meglio confrontarsi che partire trincerandosi dietro alle proprie idee con il rischio di alzare troppo l’asticella della pazienza.

  • Il passato è passato non permettere che viva nel presente poiché impedirà la costruzione sana del progetto di vita matrimoniale.

  • Parenti uguale mal di denti. Beh lasciamoli un po’ al loro posto. Siete grandi! Non avete più bisogno di sentirvi il mio bambino, la mia bambina. Tutt’altro siete marito e moglie, due adulti consapevoli che finalmente possono decidere e vivere la propria vita.

  • Costruite il vostro giardino segreto dove nascondervi insieme per passare momenti unici.

  • Gratificatevi a vicenda. È fondamentale per sentirsi riconosciuti.

  • Lasciate le banalità a chi non ha interiorità. Andare oltre verso l’essenziale è di fondamentale importanza, non siete più adolescenti.

Giunti a questo punto che dire … se accade che la vita vi offre una seconda possibilità … afferratela al volo. Mai dire mai potrebbe essere davvero il paradiso terrestre e non solo!

Consiglio: dicono che si chiude una porta e si apre un portone. Forza andate a vedere di che si tratta!


0 visualizzazioni