• Barbara Fabbroni (On Novella2000)

Se la sua ex è una Belen


Se Belen afferma con disinvoltura che De Martino e Iannone sono: “Uomini troppo piccoli per me”.... che dire forse come aggiunge: “Dovrei trovarmi un uomo di 40 anni. Finora ne ho avuti di più piccoli e non mi è mai andata bene”.

Davvero l’età è così discriminante per il successo di una relazione? Oppure dietro al fallimento si nasconde qualcosa di più denso di significato?

Entrambi, de Martino e Iannone, due uomini, due vite in vetrina, due sognatori uniti dallo stesso destino: essere l’ex di Belen!

Un po’come il buon Corona che è stato una sorta di apripista!

Destino infelice o esperienza fortunata essere l’ex della showgirl più amata e ammirata? Un corpo così perfetto da scuotere gli animi, ma poi vale lo stesso anche per il rapporto a due? Le relazioni non sono basate solo sulla fisicità ma attraversano declinazioni differenti.

Il prossimo che cadrà alla corte di Belen sarà sempre giovanissimo oppure lei volterà lo sguardo verso quella maturità che lascia presupporre continuità?

Il vintage tornerà di moda anche nella relazione a due lasciando andare in soffitta gli scultorei toy boy?

Chissà? Vedremo... il fascino del bel tenebroso un po’ in là con gli anni non guasta mai! Non è vero? Se poi a questo si unisce un buon portafoglio che dire anche Briatore acquista un fascino irresistibile!

Cosa certa che la showgirl argentina ci ha abituato a gossip più o meno intensi, amori presunti o reali nonostante avesse una relazione stabile. Lo fu con de Martino lo è stato anche con Iannone, che dichiara di essere stanco del gossip. C’è da capirlo! Meglio in pista con la moto che star dietro a mille e più chiacchiere che insinuano flirts più o meno veri. Il mal di testa non passa mai a forza di pensare, valutare, scoprire.

Tuttavia, se non si vuole vivere sotto i riflettori sarebbe opportuno dirottare i propri interessi su altri lidi femminili.... altrimenti il rischio ritorna! Allora non resta che augurare a Iannone un nuovo amore anonimo così non deve sottostare alle chiacchiere che girano intorno alle celebrità.

Siamo sicuri che sia davvero stato questo il problema della fine della loro love story?

I più informati parlano anche di un presunto ritorno di fiamma con Fabrizio Corona benché entrambi lo abbiamo smentito! Il fascino di Fabrizio è indiscusso e il primo vero amore come si dice non si scorda mai!

Cosa certa che Belen utilizza molto meno la via Social tanto da mostrarsi più gelosa dell’intimità familiare. Se al tempo di Stefano si postava anche nella fuga in hotel durante il ritorno di fiamma e con Iannone non evitava scatti bollenti, adesso sembra essersi affrancata da questa sete di presenza Social.

Sarà davvero per questo motivo? L’intimità familiare anche per lei sta acquisendo un’importanza essenziale? Oppure qualcosa bolle in pentola? Cosa si può nascondere dietro a questo silenzio?

C’è chi riporta la notizia che abbia già baciato qualcun altro!

Un po’ come nel film “Viola bacia tutti”, ma in fondo chi non vorrebbe un bacio appassionato da una Venere così perfetta?

In questo caso gli ex non sono così ingombranti. È lei l’ingombrante con cui fare continui paragoni. Non vorrei essere al posto delle nuove fiamme degli ex di Belen. Una durissima prova di tenuta e non solo!

Insomma avere una storia/relazione con Belen non è certo da tutti, chi non vorrebbe averla? Per cui credo che ex o non ex il problema stia da un’altra parte, ovvero come conquistarla, cosa fare o non fare per farla innamorare.

Il problema dell’ex ingombrante è più evidente nelle normali coppie.

Frequentare qualcuno, soprattutto oggi un mondo costellato di ex, può accadere di imbattersi in una presenza scomoda, invadente, ingombrante: l’ex fidanzata o l’ex fidanzato!

Allora che fare? Come sostenere questa figura che si insinua prepotentemente nella vostra vita a due.

L’intruso si sa non è ammesso eppure ci sono degli ex che hanno la capacità di imporsi nella vita dell’altro tanto da non trovare gli strumenti per gestirlo(a).

Quando le relazioni sono lunghe e importanti poi terminano per vari motivi, il dopo può dar vita a un equilibrio difficile dove presente e passato colludono tanto che sembra difficile trovare un modo per gestire il tutto al meglio.

Spesso, le ex e gli ex, sono dipinti come la perfezione con cui è difficile fare i conti. Una sorta di alieni scesi nel pianeta terra, belli, fisico scolpito, pelle perfetta, un guardaroba da paura tanto che Carrie Bradshaw sarebbe profondamente invidiosa.

Un carattere dolce, accomodante, disponibile. A parte tutto la prima domanda da fargli sarebbe: “se tutto era così fantastico e perfetto perché è finita?”.

Ecco, forse non era tutto così meraviglioso come viene narrato.

L’ex spesso è considerato come un raro oggetto, da lasciare in bella mostra per essere ammirati e non toccati. Bella fregatura e soprattutto che fatica!

Il primo consiglio che mi verrebbe da suggerire è: “da uno(a) così scappa a gambe levate!”, ma il problema diventa più arduo se Cupido ha fatto scoccare la sua immancabile freccia. Il problema si fa difficile.

Non c’è soluzione.

L’ex è lì e in quel piedistallo ci starà per sempre. Non resta che incamminarsi in un percorso totalmente differente così da smontare pezzettino dopo pezzettino quell’icona indiscussa andata persa.

Mettersi a fare un braccio di ferro non serve a nulla, tanto lui (o lei) non riuscirà a comprenderne il motivo e tutto questo inficerà il rapporto che si va strutturando.

Parti dall’idea che l’ex è una zavorra, pensa quando ce ne sono più di uno che casino viene fuori!

Non pretendere di lobotomizzare il cervello dell’altro(a) dai ricordi, quelli ce li portiamo sempre dietro, sono parte integrante di ognuno di noi.

C’è però un sostanziale vantaggio. La vita è qui ora, non là e allora. Per cui forza, rimboccati le maniche e cerca di creare quel qualcosa di differente che l’ex non ha così da catturare l’immaginario e non solo della persona che hai vicino.

Vivi ora!

Fai in modo che non si volti indietro, crea situazioni piacevolmente coinvolgenti, motivalo, incuriosisci, sorprendi.

La sindrome dell’ex non deve invadere il tuo presente altrimenti impedirà il futuro. Tieni questa cosa ben a mente. È essenziale.

Di triangoli ne ha già parlato Renato Zero e può bastare.

Ma se l’ex storico(a) non vuole saperne di farsi da parte cosa fare?

Immaginate di vivere come se lei (lui) non ci fosse, non fatevi bagnare da nulla.

Nell’ultimo film di Gabriele Muccino, A casa tutti bene, il ruolo ingombrante è di Valeria Solarino, che magistralmente ci regala un insieme variopinto di emozioni e intrusioni.

Quali sono i confini da mettere all’ex?

Non c’è una vera e propria regola. Il buon gusto, la sensibilità, il rispetto, l’etica dovrebbero essere gli spartiacque che caratterizzano il confine tra l’allora e l’adesso.

C’è una soglia da non oltrepassare, ma per farlo serve sicurezza in se stessi e nel proprio legame. Un legame durato molto tempo e poi conclusosi per motivi legati alla fine dell’amore e non a un tradimento, non può essere cancellato. La seconda o il secondo compagno deve, volente o nolente, farci i conti. In alcuni casi è quasi meglio la rabbia di un rapporto finito male, che aiuta lui (o lei) a distruggere mentalmente l’ex.

Qual è il pericolo più grande di un ex? Se l’ex diventa una figura cui si attribuisce un ruolo genitoriale, ecco in questo caso il problema si fa significativo.

Diciamocelo pure essere ex è davvero complicato non solo se ci sono figli ma anche se non abbiamo nessuno che tiene uniti per sempre.

Quindi la cosa principale per non incorrere in situazioni sgradevoli è utilizzare il buon senso, una significativa dose di sensibilità e mantenere i giusti limiti per non ferire l’altro(a).

In ogni rapporto il rispetto è fondamentale per un equilibrio che non dia vita a screzi o rotture dolorose.

Tornado a Belen che dire … quando l’amore arriva nulla più conta, il mondo si dipinge di rosa, il cielo è pieno di stelle, il cuore batte di felicità, ogni cellula è piena di vita …

L’amore è vita, per questo chiede rispetto!


9 visualizzazioni