• Barbara Fabbroni (On Novella2000)

Un amore da favola


“Or bene” – disse il bravo con fare di comando, all’orecchio di Don Abbondio – “questo matrimonio non s'ha da fare, né domani, né mai”.

Lucia e Renzo vedono così svanire il loro matrimonio a causa del capriccio di un signorotto, ma non si arrendono e nonostante le avversità giungono a meta.

Non sarà che anche per la bella Pamela Prati si è presentato un Don Rodrigo capace di mandare all’aria la favola attesa, da lei, sino a 60 anni? Riuscirà Pamela a realizzare il suo sogno d’amore, nonostante le mille avversità che si sono presentate in questi mesi?

Ultimamente, sul matrimonio di Pamela Prati si sono spese fiumi di parole, pagine di magazine hanno immortalato e narrato il suo sogno d’amore, i talkshow le hanno dedicato serate speciali, con scoop più o meno aderenti alla realtà, la rete e i Social sono diventati bollenti difronte a tutta questa altalena di informazioni. Lei da qualche mese, dopo il buio di alcuni anni sui magazine, è fotografata in abito da sposa, nel divano di casa, in abiti minimali, in mille e più situazioni. Non c’è settimana che non abbia una prima pagina di qualche settimanale. Si parla solo di lei, del suo matrimonio, del suo futuro. Sembra che il pubblico si nutra di tutto quello che la riguarda assetato e affamato di notizie sempre nuove.

Anche nei luoghi pubblici dal parrucchiere come al caffè con le amiche, lei e il suo affaire matrimoniale sono argomenti di chiacchiere tra amiche.

La sua vita sembra diventata un nuovo Grande Fratello, è sezionata e valutata attimo dopo attimo. Che fatica la celebrità!

Si sono creati fronti che difendono Pamela e altri che non risparmiano giudizi pesanti. È stato un susseguirsi di dichiarazioni, di smentite, di giochi rocamboleschi per scoprire il volto del futuro sposo che ogni volta negava la sua presenza.

Il sogno, in men che non si dica, pare squarciato da un fulmine, naufragando in un nulla di fatto. Cavolo è dura svegliarsi così dopo tanta enfasi e tanto clamore!

Tant’è che, nonostante sia stato tutto annullato, l’esistenza o no del suo compagno, Mark Caltagirone, continua a tenere banco nei palinsesti televisivi e sui magazine.

Una curiosità però vorrei soddisfarla cercando di capire dove sono finiti i due bambini (Sebastian e Rebecca) presi in affido? Una domanda che incuriosisce e al tempo stesso preoccupa.

Per la notorietà si può giocare al finto matrimonio, ma è più impegnativo prendersi gioco di due creature che non hanno chiesto nulla e sono capitate in questo tritacarne per pura casualità. Sebastian e Rebecca esistono o sono solo il frutto della fantasia sfrenata di una soap opera dal finale tragicomico?

La showgirl ha sempre dichiarato che il futuro marito è un uomo estremamente riservato tanto da non mostrarsi pubblicamente. Beh una cosa è non mostrarsi un’altra è non esistere! Non credete? Come la mettiamo con i messaggini che il bel Mark ha inviato alla D’Urso? Sogno o realtà?

Le sue agenti, Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo, si sono spese in maniera incredibile, con tanto di lacrime, per dare risalto e rilievo a questo matrimonio fiabesco. Adesso, anche loro, ritrattano. Ohi ohi è un gran pasticcio! Che cosa non si fa per indossare l’abito bianco!

Qui era necessario avere un Don Rodrigo così non si costruiva un immenso castello di sabbia.

Sarà davvero questo l’epilogo del Pamela Prati gate oppure ci dobbiamo ancora aspettare qualche colpo di scena uscire dal cilindro magico della fantasia? Chissà, vedremo cosa verrà fuori poiché i riflettori, su questa vicenda, non vogliono assolutamente spengersi. Sarà solo per un problema di share oppure perché sotto sotto il matrimonio si farà?

Tuttavia, Pamela Prati a parte, quante di voi sognano il bel matrimonio e lo immaginano fin nei minimi dettagli? A volte, c’è solo un problema: manca il bel Principe!

Quanti credono nell’esistenza di un amore vero, solido, nutritivo che non c’è? Perché le persone si inventano amori che non esistono? Quale sottile bisogno si cela dietro a questa “bugia” affettiva-relazionale? Quanto la famiglia è responsabile di questa messa in scena tanto da portare a costruirsi “falsi amori” per non sentire la tipica frase ai pranzi: “quando ci presenti il tuo fidanzato?”; “ancora non hai deciso di sposarti?”, “ti stai facendo vecchia vedi di spicciarti a sistemarti?”, “se non ti sbrighi diventi zitella”.

Più che un incontro sereno in famiglia sembra di essere catapultati nel girone della menzogna, poiché difronte a tante domande non resta che mentire spudoratamente anno dopo anno.

Ce lo insegna, con la sua capacità esilarante, la straordinaria Bridget Jones che nonostante la sua viscerale simpatia non riesce a sedare le domande dei familiari alla cena di Natale. Lei, nonostante tutto, riesce a portare all’altare il suo amato Mark Darcy.

Diciamo che Bridget e Pamela hanno in comune lo stesso nome dei fidanzati. Avrà anche lei, seppur in ritardo, la stessa fortuna di Bridget? Basta non avere fretta, tutto può tornare al giusto posto.

Desiderare un bel matrimonio è il sogno di tutte, non negatelo, anche le più incallite single, almeno una volta nella vita si sono immaginate con l’abito bianco. In fondo siamo cresciute con il mito del bel Principe che conduce nel sogno. Così chi non può averlo, spesso, lo costruisce nel suo immaginario fino a passarlo come realtà alle persone più vicine. C’è il desiderio profondo di sentirsi riconosciute, amate, desiderate, volute e realizzate. La famiglia, anche se attraversa un periodo turbolento, è pur sempre una meta che tutti quanti desideriamo raggiungere.

Che anche la bella Pamela non abbia avuto un profondo desiderio di realizzare il suo sogno, tanto da costruirlo come se fosse reale fintantoché non si è dovuta amaramente svegliare?

A guardarla, a volte, fa tenerezza. È una donna bella, di successo, ammirata, tuttavia nasconde un vuoto e una ferita profonda. come lei stessa ha dichiarato: ho sempre sognato un amore come questo, una famiglia e dei figli. Si è trovata a un passo dall’immergersi dentro al sogno, alla favola incantata che l’avrebbe condotta nel futuro desiderato, ma è stata violentemente gettata lontano. E adesso cosa ne resta? … Adesso c’è una donna che soffre, perché questo è innegabile. Che sia pura fantasia o realtà evaporata resta comunque un grande vuoto che mette in mostra una fragilità emotiva e di equilibrio affettivo-relazionale importante, così come la si può evidenziare in tutte quelle persone che si creano una realtà illusoria pur di non sentire il vuoto della ferita d’amore.

Il fatto che Pamela soffra è evidente anche nella sua ultima intervista dalla D’Urso. Questa sofferenza dove può condurre? Su di lei è difficile esprimersi poiché avrà sicuramente, laddove tutto sia stato costruito a tavolino, la sua ancora di salvezza. Per le persone comuni che giungono a costruirsi una relazione immaginaria da dare in pasto ai parenti, che dire, la depressione, una volta svelata la verità, è lì dietro l’angolo a far capolino.

L’amore è un pianeta particolare dove tutto può accadere ma costruirselo a tavolino per non sentire la ferita della sua assenza è annichilente. Può distruggere e portare verso una alienazione profonda. Non tutti hanno la capacità ironica e la grinta di Bridget Jones per poter uscire dalla trappola della “zitella”.

Tuttavia, non smettere mai di credere che prima o poi quell’amore che travolge e conduce nel sogno arriverà anche a voi. Un amore, vero, profondo, autentico, c’è per tutti!


0 visualizzazioni