• Barbara Fabbroni (On Novella2000)

Senza tette non vai da nessuna parte


“Perché gli uomini sono fissati con il nudo. In particolare con il seno.Perché avete tutto questo grandeinteresse?! No, dico sul serio, è solamente un seno.Al mondo una persona su due ne ha!”, se lo dice Anna in Notting Hill qualche fondo di verità dovrà esserci!

Il problema non è: se avere o non avere il seno, ma le dimensioni, anche se tutti dicono che le dimensioni non contano, ebbene non credetegli! Le dimensioni contano, eccome!

Eh si avete capito bene, il seno, un bel seno, pare proprio che provochi fantasie erotiche non da poco. Chi non ha guardato con occhi a cuore il maestoso seno di Francesca Cipriani? Avete presente? Due colli che svettano sotto lo sguardo dell’altro, stimolano una fantasia erotica da far invidia a un porno firmato Rocco Siffredi.

Il seno, non solo quello della Cipriani, è una sorta di calamita che cattura lo sguardo degli uomini, giovani e meno giovani, come se al posto delle pupille avessero un puntatore laser. Un esercizio di stile che nei secoli è rimasto immutato.

Basta pensare agli anni ’50 quando le attrici mettevano in risalto il seno, debitamente coperto, con uno scollo rotondeggiante che mandava in visibilio i fan. Poi, piano piano, le cose sono cambiate, il seno si è sempre più scoperto, non solo nel cinema ma anche nella vita comune, le donne sono diventate più intraprendenti e giocano cercando di sedurre con le armi che possiedono.

Chi non è rimasto coinvolto dal fascino del prosperoso seno di Sabrina Ferilli? Anche Ornella Muti non è stata da meno negli anni ’80. La bella e intramontabile Alba Parietti, dove la mettiamo? Le attrici hanno un punto di forza nel décolleté, oltre che nel volto lo sguardo inevitabilmente cade “tra i colli”.

Se poi giuggiamo fino a oggi i Social ci aiutano e mostrano seni di ogni genere, grandi, grandissimi, piccoli, normali. Sono un punto di forza delle foto postate da donne di tutte le età che cercano di catturare l’attenzione, un like o una frase un po’ spinta, forse chissà qualcuna cerca l’ultima coinvolgente avventura che le porti una ventata di giovinezza.

La Ferragni sostiene che i seni piccoli devono essere lasciati liberi sotto gli indumenti senza costringerli nel reggiseno, tant’è che ultimamente si è più volte postata con il piccole Leone, con scolli vertiginosi e senza reggiseno. Beh, che dire, anche per le taglie piccole c’è il suo bel da fare!

Se adesso prende il via la moda del seno piccolo i tanti chirurghi estetici grideranno alla crisi anche perché non c’è donna che non aspiri a un ritocchino che renda il suo seno ancora bello tonico, tondo e voluminoso. Le giovanissime si fanno accompagnare dalle madri per farsi regalare a 18 anni un seno nuovo, ciò lascia pensare che sia davvero un desiderio globale. Così la chirurgia estetica ha dato il meglio di sé, regalando alle donne il sogno: un seno da diva! Peccato che non si sono ricordati di avvisare che, dopo qualche tempo, come tutte le cose, a causa della gravità, i seni grandi, seppur muniti di protesi, tendono a cadere un po’. Allora, ritocco dopo ritocco, si entra nella spirale della chirurgia estetica che non lascia liberi di vivere l’andare della vita.

Chissà quante volte Belen ha ritoccato il suo seno? Oppure la bella Alba Parietti? La inossidabile Barbara D’Urso che alla soglia dei 62 anni ancora sembra una ragazzina e mostra in spiaggia un fisico da teen-ager? La forza di gravità c’è anche per loro non solo per i comuni mortali! Ma come fanno? Il segreto non è solo racchiuso nel DNA, ma anche nella chirurgia estetica fatta con le giuste aggiustature che aiutano e non rendono ridicole.

Chissà come ha fatto Francesca Cipriani a ottenere un seno taglia infinita? Anche perché un seno di quelle dimensioni non nasce dalla sera alla mattina! Tuttavia, stimola un turbinio di fantasie.

Eppure se pensiamo un attimo alla Venere del Botticelli i seni non sono esagerati anzi rispetto al fisico sono piccoli. È considerata una delle donne più belle, dipinte da artisti che hanno lasciato un segno indelebile.

Per far comprendere quanto il nudo sia accattivante ma ancor più il seno basta percorrere i calendari Pirelli. Uno stuolo infinito di fanciulle perfette si sono, per anni, fatte immortalare in scatti unici, dove il seno era sempre in prima linea. Il calendario Pirelli è entrato nella vita di moltissimi uomini, c’è stato un periodo che si trovava appeso quasi ovunque.

Pensiamo alle sfilate di Victoria Secret, l’apoteosi delle modelle più belle del pianeta, con seni meravigliosi, messi in mostra da lingerie sexy e provocante.

Ma perché è così amato? Una ragione psicologica deve pur esserci per coinvolgere così tanto sia uomini sia donne.

Il seno si aggiunge ai glutei come richiamo sessuale, sono i due punti di forza di una donna. Se al matrimonio di Kate la bella Pippa ha fatto molto parlare di sé per il suo lato B una ragione deve esserci stata: i suoi seni sono piccoli, allora meglio volgere lo sguardo, dove il desiderio è più morbido e rotondo. Ultimamente si fa un gran parlare del lato B di Cecilia, sorellina minore di Belen, in effetti è di gran lunga migliore dei suoi seni anche se non gli manca nulla.

Il seno ha un legame affettivo ancestrale con la madre, questo spiega perché molti uomini sono attratti dal seno grande e grandissimo. Tette enormi che richiamano un senso di protezione, di calore, di nutrimento. Sono dell’idea che, sotto sotto, ci sia più un lato erotico, un gioco tirato fuori da qualche manuale piuttosto che un ancestrale ricordo materno. Non dimentichiamoci che in tanti sono allattati artificialmente. Quindi che ricordo materno hanno? Va ammesso, un seno di grandi dimensioni aiuta molto durante l’intimità, stimola giochi e stuzzica l’immaginario.

Il seno quando stimolato è, grazie al rilascio di ossitocina, un punto del corpo femminile erogeno, al pari della vagina e del clitoride.Quindi, non dimenticate mai di giocarci e prendervene cura se volete avere una serata bollente e carica di eroticità.

A questo punto siamo tutti d’accordo che il seno è un criterio di seduzione e attrazione per gli uomini, ma non sono gli unicia guardare il seno delle donne.

Sorpresi? Scommetto che vi chiedete: e chi può guardarlo?

La risposta è: le donne guardano il seno delle donne! Sono molto interessate e lo ispezionano in tutti i suoi aspetti, certo non hanno la carica erotica del maschio, lo fanno solo per confrontarsi con le loro coetanee, insomma la donna è solo incuriosita da quanto è più o meno cadente, più o meno grosso, più o meno rifatto, il seno dell’altra.

È fuori di dubbio che gli uomini trovino profondo appagamento dal seno! È un turbinio di emozione, dove l’erezione si fa potente. Tuttavia, anche le femminucce, non sono da meno, se vengono stimolate nel seno hanno il piacere alle stelle.

La regola essenziale pare essere: giocare con il seno, stimolarlo, accarezzarlo. Diffidate delle donne che fanno sesso con il reggiseno, anche se non perfetto un seno è una parte erotica importante.

Quante giovani ragazze in cerca di una sistemazione lavorativa o di un buon partito per sistemarsi non hanno usato l’arma seduttiva di un décolleté mozzafiato con il commendatore o il capo? Una schiera infinita! Possono essere usati vari trucchetti per renderlo più grande. Oggi ci sono reggiseni che fanno miracoli, però attente perché, poi, il rischio è leggere la delusione del partner quando il push-up lascia il posto alla realtà.

Essendo in estate pulite le lenti degli occhiali da sole e in spiaggia tuffatevi in un mare di tette che sono lì pronte a essere guardate! Bisogna pur sognare. Un consiglio se siete fidanzati o sposati, beh allora state attenti, il rischio è trasformare una vacanza piacevole in una vera e propria tortura.


0 visualizzazioni