• Barbara Fabbroni( on Visto)

Chiudi la porta apri un portone


Arriva il successo e il mondo si colora, tutto acquista una declinazione vincente, la persona si sente il “re del mondo” e poi … e poi accade l’imprevisto. Il mondo magico, dove viveva si colora di grigio. Un grigio scuso che assomiglia alle tenebre. Un grigio dal sapore amaro, foglio della delusione, dalle angolazioni del fallimento che come una lama tagliente lacera l’anima. Quella sensazione di perdita e smarrimento aumenta ogni giorno di più, nulla sembra sedare quella malinconia costante che conduce alla deriva.

Accade ai migliori. Accade nella vita perché vivere è un saliscendi di possibilità, opportunità, momenti magici e altrettanti momenti difficili. Nel mondo dello spettacolo i riflettori si accendono rapidamente per poi spengerai all’improvviso. Senza un perché. Senza una giusta causa. È la legge dell’audience, dello share, del personaggio più o meno amato, più o meno spinto dalle persone che contano. Ben lo sappiamo per creare un personaggio non solo conta il talento ma i giusti canali, gli stessi che possono recidere di netto una carriera.

Molti gli esempi di personaggi che dopo un successo a 360° si sono ritrovati a fare i conti con la solitudine, con l’abbandono totale, il disastro economico-finanziario, il fallimento dei progetti.

Simona Ventura, dopo anni di inesauribile successo ha passato un lungo periodo, dove la sua popolarità sembrava archiviata, per tornare in questo periodo più incisiva di prima. Un nuovo amore, con il giornalista Terzi, una spolverata alla sua carriera che ha ripreso la via del successo, insomma una possibilità tutta made in Simona Ventura da giocarsi.

Lo stesso vale per Loredana Bertè, dopo un periodo di lontananza dal palco, momenti dove il buio si impossessava della sua esistenza, è tornata prepotentemente nella scena raggiungendo un nuovo successo. Dalla canzone con iBoomdabash, un vero successo targato 2018, al Talent Amici, fino alla canzone di Rovazzi. Insomma Loredana ha ritirato fuori gli artigli, la sua voce graffiante, il suo spirito da leonessa e nel palco porta ancora il suo vincente appeal!

L’inossidabile Raffaella Carrà che dopo aver monopolizzato per decenni la TV e i palcoscenici italiani ha dovuto cambiare ambiente toccando la terra spagnola, attraversando un lungo momento di chiusura nel mondo dello star business. Ultimamente è riapparsa in vari programmi.

Lo stesso vale per Barbara D’Urso che dopo alcuni anni trascorsi in penombra adesso ha il monopolio assoluto dei programmi più visti nelle reti Mediaset.

Di nomi ne possiamo fare altri perché il mondo platinato dello spettacolo e così: il successo che inebria e l’oblio che offusca, sono lì a un passo, fintantoché non si riapre una via con maggior successo. È un’altalena di bianco e nero dove nulla può cambiare le coordinate se non la possibilità di combattere con determinazione senza arrendersi mai.

Pensate a Claudio Baglioni che nonostante un successo planetario ha avuto un momento di calo per poi riprendersi il trono del successo come direttore artistico di Sanremo, per ben due edizioni! Lui, è un’icona indiscussa della canzone italiana che nonostante i suoi infiniti successo aveva avuto un periodo di “tranquillità”.

Non solo nel mondo perfetto della vita da palcoscenico accadono queste cose ma anche nella vita comune. Ci sono momenti di grande successo, dove tutto sembra inanellarsi facilmente e poi arriva la tempesta, che annulla e porta a vivere in una zattera di rottami legati insieme da funi lise e stramate. L’importante è non arrendersi ma credere sempre che la via di una nuova possibilità arrivi. È così un po’ per tutti, basta non arrendersi, continuare a lottare, non perdersi d’animo perché la vita se ti chiude una strada ti offre, con il tempo, la possibilità di intraprendere un nuovo percorso che spesso si rivela più vincente del primo. Cambiano i cieli sopra di noi ma non cambia il nostro essere tanto che se siamo determinati qualcosa di nuovo e più stimolante accade. È importante sapersi rinnovare senza rimpiangere ciò che è stato perché per guardare al futuro è fondamentale non arenarsi nel passato, affinché il presente venga inquinato non permettendo un nuovo progetto.

Quale insegnamento ci porta vivere una situazione dove dai riflettori si finisce nelle tenebre?

La vita, qualunque sia l’età che abbiamo è una costante crescita. Crescere non è solo trasformare il corpo da bambino ad adulto, crescere è affrontare gli alti e bassi, è sentirsi sicuri e insicuri di se stessi; è imparare chi siamo, cosa rappresentiamo, cosa vogliamo fare, è la dicotomia tra essere e avere.

I momenti di buio permettono di conoscere quello che realmente si vuole per la propria vita, aiutano a canalizzare le forze verso un obiettivo preciso.

Vi ricordate Alice nel Paese delle Meraviglie? Il pezzo dove si dice:

“Mi diresti, per favore, da che parte dovrei andare da qui?”.

“Dipende molto da dove vuoi arrivare”, dice il Gatto.

“Non mi interessa molto dove”, dice Alice.

“Allora non importa in che direzione vai”, dice il Gatto.

È importante avere ben in mente dove andare, non esiste un solo modo per raggiungere un obiettivo o una destinazione, ma potrebbe essere anche necessario vagare prima di arrivare alla meta, il che non significa sempre che ci siamo persi.

È fondamentale saper sviluppare la propria identità e questo accade solo nei momenti di riflessione. Man mano che imparerete di più su di voi in ogni esperienza che la vita propone, rafforzerete la fiducia e svilupperete sempre migliori capacità all’interno di ciascun momento.

La vita vera è quella che consapevolmente decidiamo non quella che travolge in un vortice senza fine, li è facile cadere.

Dopo un periodo di buio è importante riprendere in mano la vita lasciando lo scoraggiamento e l’avvilimento da parte. Invece, di pensare alle cose negative che sono successe, ricordare che ogni individuo è il cambiamento che desidera. Non aspettate, agite!

Non smettete mai di sognare anche quando tutto sembra perso. Stabilire obiettivi elevati e sforzarsi di soddisfarli è qualcosa che chiunque potrebbe e dovrebbe fare. È importante non lasciare mai che qualcun altro nella vita definisca ciò che è impossibile per noi!

Ecco che per poter fare un passo in avanti, a volte, è importante cadere nel vuoto per risalire in cima.

Mentre si precipita, a volte, non si ha l’idea di dove si cade, l’importante è cercare una via d’uscita senza intrappolarsi nel nulla.

Non rimanete lì se siete insoddisfatti o depressi, ma cercate una via di fuga e, perché no, chiedete aiuto.

La vita è una serie fantastica di esperienze.

Se non avessimo mai riso, pianto o sofferto, quanto sarebbe noiosa la nostra vita? E, oltre ai sentimenti, la vita è anche piena di colpi di scena, di improvvise svolte, di sorprese e delusioni. Accettate con leggerezza il fatto che l’esistenza sia una serie di avventure, belle e brutte, e sarà più lieve affrontare ogni cosa.

Non dimenticate: positività sempre!


0 visualizzazioni