• Barbara Fabbroni( on Visto)

Il piacere della fedeltà


Se facessimo un sondaggio non sarebbe una rarità trovare donne che nel percorso della loro vita amorosa sono rimaste fedeli al loro amore. La fedeltà non appartiene solo agli anni passati, dove le donne dovevano solo curare il focolare domestico, accogliere al meglio il marito e aver cura dei figli. Nessuna distrazione era ammessa tanto che loro vivevano una vita dedicata all’uomo che avevano sposato. Eppure nell’epoca dell’amore 2.0 ci sono molte donne fedeli al loro amore! Che sorpresa, vero?

Nonostante molti credano che l’amore abbia inciampi, si sbagliano di grosso, soprattutto le donne italiane (da un recente sondaggio) sono le più fedeli. Vi domande come può essere? Non è possibile? Eppure è così! La fedeltà è una virtù ben sviluppata, nel tempo produce un senso di soddisfazione tanto da alimentare la propria autostima, arricchisce la vita di felicità e attiva tutta una serie di risposte ormonali che stimolano il benessere.

Vi siete mai chiesti perché essere fedeli è così importante? La fedeltà ha un discorso ampio e variegato anche se poi, alla fine, ha basi semplici ed essenziali. Tradire l’altro in primo luogo è tradire se stessi, non portare rispetto alla scelta fatta, non avere il coraggio di guardare in faccia l’altro evitando di confrontarsi esprimendo il proprio disagio. Si fa prima a tradire, con una serata folle, dove si cerca di dimenticare le preoccupazioni e i problemi. Si tradisce per rompere la routine continua, per esorcizzare la paura di invecchiare, e si tradisce, nella maggior parte dei casi, per non affrontare le macerie di un matrimonio giunto al capolinea. Insomma viene da pensare che il traditore sia un disperato alla ricerca dell’isola che non c’è mentre la fedele è una persona che ha un equilibrio e un’integrità interiore molto radicata. Tradire si sa, ne abbiamo parlato in mille modi, produce morti e feriti creando un circolo vizioso senza fine. In primo luogo si perde il rispetto per se stessi e i propri bisogni, si smarrisce la via che avevamo deciso di percorrere e tutto si fa incerto.

Al contrario la fedeltà all’altro presuppone la consapevolezza di sé, delle proprie aspettative, dei propri bisogni, dei propri progetti, tutti ingredienti che se ben nutriti danno felicità. Chi è fedele non è una persona bigotta incarcerata in mille pregiudizi, non si accomoda in una situazione solo perché non ha il coraggio di cambiare, bensì combatte con tutta la propria forza curando l’amore, proteggendolo, stimolando esperienze nuove e arricchenti, costruendolo con pazienza e devozione giorno dopo giorno.

Erich Fromm ne L’arte di amarescrive: “Solo chi ha fede in se stesso può essere fedele agli altri”.

Questa è una verità assoluta! La fedeltà esiste e la possiamo mettere in pratica.

Per restare fedeli non c’è nessuna ricetta ma solo la capacità di mantenere vivo e fresco un legame d’amore. L’amore non ha particolari alchimie necessità di una consapevolezza profonda di ciò che si vuole costruire con l’altro.

Chi è fedele? È fedele la persona che sceglie di esserlo senza alcuna imposizione di sorta. Una persona fedele da cosa si riconosce?

Una persona fedele è una persona felice, equilibrata, sicura, certa del percorso da intraprendere giorno dopo giorno, non si perde nelle mille declinazioni del richiamo delle Sirene, sta ferma e sicura nel mondo che ha scelto di abitare.

Tra le persone celebri è raro trovare coppie fedeli che superano le avversità della vita, che lasciano andare le tentazioni, che scelgono di essere compagni di viaggio senza alcuna deviazione.

Una coppia d’eccellenza è stata quella formata da Raimondo Vianello e Sandra Mondaini, loro hanno saputo dar vita a una relazione di coppia che non ha risentito delle intemperie, delle tentazioni, dei chiaroscuri che la vita propone. Sono rimasti uniti fino alla fino tanto che lei, dopo la morte dell’amato marito, si è spenta poco dopo. Una sorta di Romeo e Giulietta rivisitato e allungano nei tempi della vita, l’uno segue l’altro perché non c’è domani.

A loro si aggiungono Tom Hanks e Rita Wilson sposati dal 1992,“Il nostro amore è sempre stato incondizionato”,ha dichiarato di recente Rita.“Nessuno ha mai imposto all’altro di cambiare”, ricorda in un intervista Tom.

Sarah Jessica Parker e Matthew Broderick sposati da 21 anni, non hanno gettato la spugna nonostante ci siano stati momenti difficili, ma tra loro vige una regola ferrea: la fedeltà!

Jeff Bridges e Susan Geston altra coppia che sa prendere la vita amorosa nel verso giusto, con i progetti intriganti e la voglia di camminare insieme. Matrimoni riusciti che pare abbiano alla base la fedeltà, nonostante a volte il mondo del gossip si sia divertito a costruire falsi flirt.

Loro vanno davvero a gonfie vele, nonostante Hollywood sia un mondo difficile per l'amore. Pensate che Kirk e Anne Douglas si sono sposati nel 1954 a Las Vegas e da allora non si sono più lasciati! Un amore più longevo del loro in un mondo dello star business è davvero difficile da trovare.

Se trovi l’anima gemella, l’amore può durare (anche a Hollywood).


0 visualizzazioni