• Barbara Fabbroni (on Life&People)

Madonna, Louise Veronica Ciccone: una vita da Star


1958: nasce una diva. Louise Veronica Ciccone, vede la luce a Detroit, nel Michigan. I suoi genitori hanno origini italiane. Louise Veronica ha una famiglia numerosa, oltre a lei ci sono altri quattro fratelli e tre sorelle. Perde la madre all’età di sei anni. Un destino tragico che per lei sarà la prova di un avvio di vita duro e faticoso. Sin da bambina amava la danza, nonostante il padre fosse contrario, lei, dal carattere forte e determinato, non si lascia influenzare e sceglie subito questa strada. Il padre amava la musica, avrebbe voluto studiasse, come tutti gli altri figli, uno strumento musicale, ma Louise Veronica non ha ceduto nemmeno un istante.

Louise Veronica ha ben in mente la strada che vuole percorrere da grande, così frequenta le sue prime lezioni di ballo. La sua unica idea è quella di diventare una stella. Vuole farcela a tutti i costi, l’America, si sa, è il sogno che diventa realtà, il desiderio che diventa vissuto. Studia nelle scuole cattoliche, cosa questa da lei non molto gradita.

Nel 1978 prese la decisione di trasferirsi a New York “volevo essere la numero uno e allora andai a New York” con soli 35 dollari in tasca. Il viaggio nella grande mela è un’odissea personale, iniziata con le migliori speranze ma, finita nel rifiuto, la disillusione e l’orrore.

Lavora in una compagnia di danza, quella di Alvin Ailey, in cui riesce ad entrare dopo una serie di audizioni.

Nel 1979 viene contattata da Patrick Hernandez e vola a Parigi per partecipare come corista e ballerina per il brano “Born To Be Alive”. In quel periodo incontra e inizia una relazione amorosa con il musicista David Gilroy, con cui crea la sua prima rock band, i "Breakfast Club". Fu per lei un incontro importante, non tanto perché se ne innamorò anche perché le insegno molte cose sulla musica. Fu con lui che Louise Veronica inizia a scrivere canzoni. In seguito, costituirà̀ altri gruppi. Assetata solo di successo, Madonna è ambizione pura e semplice e avrebbe colto ogni opportunità̀ che le si fosse presentata. Usa l’ambiente dei locali di successo per stringere amicizie e fare affari.

Pur di riuscire a mantenersi a New York accetta di lavorare in film di basso cabotaggio, posa nuda per riviste maschili, al tempo stesso lavora con l'amico di college Steven Bray componendo canzoni da discoteca.

Il suo primo album “Everybody” è prodotto dal DJ Mark Kamins. L’album fu un successo inaspettato. Da lì prende il via la lunga e fortunata carriera di Louise Veronica. Riesce ad avere un contratto con la Sire Records, il suo successo si accresce sempre più.

Si innamora di tanti uomini.

Louise Veronica si innamora nel 1983 del dj John “Jellybean” Benitez. Lui scrive per la cantante “Holiday”, un brano accattivante che, insieme a “Borderline” e “Lucky Star”, fa si che il nome di Madonna occupi le classifiche musicali. Il suo album di esordio è del 1983: “Madonna”, così come sarà il suo nome d’arte.

“Like a virgin” la porterà al successo internazionale. Lei rappresenterà il sogno erotico per molte persone. Brava, bella, sensuale, irraggiungibile. La sua immagine è costruita con maestria, c’è una forte ambivalenza tra la sensualità facilona e ammiccante, con la volgarità che non è mai eccessiva ma che richiama l’attenzione di un grande pubblico. È un personaggio di grande impatto.

Si presenta come una Lolita che vuole mangiare con voracità il suo pubblico. I ragazzi, gli uomini ma anche le donne la venerano. In poco tempo diventa una star internazionale a tutto tondo. Sono famose di Madonna le trasformazioni. È capace di passare dalla seducente accattivante Lolita alla sensuale Marilyn.

Con “Material girl”, Madonna si presenta al pubblico con un’immagine che richiama Marilyn Monroe. Madonnainizia a vendere milioni di copie in tutto il mondo. Con la sua capacità artistica senza eguali riesce a imporsi nella scena mondiale.

Con il film “Cercasi Susan disperatamente”, Madonna, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, cesella la sua fama mondiale.

A ogni nuovo album, Madonna cambia radicalmente look e personaggio, è una diva camaleontica che non si ferma difronte a nulla. Passa dalla bionda sciantosa e tutta curve all’androgina performer. Il pubblico è spiazzato ma al tempo stesso fortemente catturato da questa star sorprendente che ogni volta entusiasma e cattura l’attenzione.

Esce una sua autobiografia, Madonna pigia l’acceleratore sul voyeurismo, mette tutto in piazza, mutande comprese, ma il personaggio Madonna incarna segnali precisi della nostra epoca, così è un nuovo successo globale.

Per Madonna è un susseguirsi costante di successi che di anno in anno si accumulano nella sua vita. È fotografata dal famoso fotografo Herb Ritts: la foto viene utilizzata come copertina del disco “True Blue”.

Intrattiene una relazione con l'attore Sean Penn, con lui gira “Shanghai Surprise”, un vero flop per la star mondiale. Il matrimonio viene celebrato a Malibu nel giorno del suo 27° compleanno, il 16 agosto 1985. Sean Penn la fa sentire insicura a causa del comportamento selvaggio di lui, all’abuso di alcool e alla sua fama di sciupafemmine, contribuendo a creare un’atmosfera di sfiducia e di ansia reciproca. Nel 1988 debutta a Broadwaynella commedia di David Mamet “Speed The Plow”. Dopo la fine della sua relazione con Sean Penn, Madonnaincide “Like a prayer”. Il 10 gennaio 1989 Madonna fa istanza di divorzio.

La cantante alterna momenti fortemente trasgressivi ad altri più equilibrati.

Nel 1990 ha una storia con il modello di D&G, Tony Ward. Anche la loro storia si interrompe insieme alla gravidanza di Madonna. Madonna non solo è una grande diva, lei è una raffinata manager di sé stessa, dotata di un grande senso degli affari, nel 1992 firma un contratto vertiginoso da 60 milioni di dollari con la Time Warner.

Nel 1994 incontra Carlos Léon che diviene dapprima suo personal trainer, in seguito suo fidanzato. Pur essendo innamorata di lui, Madonna continua a frequentare altri uomini. Il 14 ottobre 1996 nasce la loro bambina Lourdes Maria Ciccone Léon, detta Lola, “Lourdes è un nome che mi piace perché è collegato a un luogo dove avvengono miracoli, per me l’arrivo di mia figlia è stato un autentico miracolo”. Dopo aver sottoposto al test del DNA Carlos, Madonna fa firmare al suo compagno un documento nel quale rinuncia a non chiedere mai la custodia singola o congiunta della figlia.

Il successo di questa diva si rinnova continuamente e nonostante gli anni che passano lei non perde la capacità di sorprendere.

Nel 1997 si separano a causa delle scenate di gelosia e della ossessività di Carlos. Rimangono però in buoni rapporti e, Madonna permette alla figlia di trascorrere molto tempo col padre.

Nel 1997 ha una breve storia con Andy Bird. Scopre di essere incinta di lui quando ormai la storia è finita. Lo contatta solo per comunicargli che abortirà. Per Madonna la ricerca di un compagno della vita, magari l’anima gemella, implica per un certo verso anche la ricerca della celebrità.

Dal 1998 la cantante ha abbracciato l'antica dottrina spirituale ebraica, la cabala, al punto di ribattezzarsi, in privato, con il nome di Esther. “Il cattolicesimo non è una religione confortante. È una religione penosa. Noi tutti siamo ghiotti di punizioni”. Nel 1998 durante una cena a casa del suo amico, il cantante Sting, Madonna conosce il regista scozzese Guy Ritchie.

L’11 agosto 2000 Madonna dà alla luce il bambino del suo compagno, Rocco John Ritchie e, il 22 dicembre dello stesso anno, la coppia si sposa.

Madonna è un simbolo di stile di un’intera generazione, anche se la sua vita privata ha sostanziali tratti di sofferenza.

Nonostante Madonna abbia 6 figli, le preoccupazioni e le insoddisfazioni non le sono mancate. Oltre a quelli naturali, infatti, la pop star, nota filantropa, ne ha anche di adottati. I figli, avuti da diverse relazioni, sono fondamentali per lei, non si separa mai da loro. Questi sono la primogenita Lourdes Maria avuta con Carlo Leon. Rocco nato nel 2000 dalla relazione tra la popstar e il regista Guy Ritchie. David adottato nel 2006 a seguito di una visita in Africa per sostenere un progetto umanitario per la costruzione di un orfanotrofio. Mercy James e le gemelline Stella ed Estere, adottate in Malawi rispettivamente nel 2009 e nel 2016.

A far parlare di sé negli ultimi mesi è stata soprattutto Lourdes, che nel settembre 2018 ha debuttato sulle passerelle della New York Fashion Week. Capelli bicolore, seno poco coperto e gambe non depilate, un’immagine fortemente trasgressiva come è sempre stata capace la madre di proporsi al grande pubblico. David Banda, calciatore in erba, selezionato dalle giovanili del Benfica, importante club di Lisbona: un sogno che Madonna ha deciso di assecondare, tanto da trasferirsi lei stessa in Portogallo.

Le gemelline spesso vestite uguali sono un forte punto di attrazione essendo ancora molto piccole Rocco, invece, non è più il figlio ribelle di qualche anno fa, mentre Mercy James conserva la passione per il ballo. Insomma, una grande famiglia unita seppur con molte difficoltà.


2 visualizzazioni