Love in the City

Amanti distanti


Ci risiamo anche quest’anno il Natale arriva puntuale, con il giusto preavviso. Le città si riempiono di luminarie, i negozi sono addobbati a festa, le strade pullulano di persone intente a trovare il regalo più giusto da fare. I mercativi di Natale emergono come funghi in quasi tutte le città. Così la paranza del Natale ha il suo avvio, anche se, come spesso accade, qualcosa stride e crea una certa ansia. Perché, si sa, il Natale è la festa tradizionale della famiglia, tutti si ritrovano felici a festeggiarlo, scambiandosi i regali, brindando, mangiando cibi della tradizione natalizia, i diverbi vengono accantonati, si tira fuori una faccia sorridente e partecipe, quella delle grandi occasioni.

Le luci brillano, il Presepe è ben organizzato, quest’anno c’è pure la fontanella e il mulino da dove sgorga l’acqua, le pecorelle sono immobili a guardare un punto all’orizzonte, i regali sono adagiati tutti vicini in attesa di essere scartati.

Anche quest’anno la stessa musica, la tua testa, nonostante la recita della famiglia felice da mostrare a nonni e parenti, è da un’altra parte. Fai di tutto per non fartene accorgere, sorridi, condividi commenti, battute, risate, tenti di fare gli occhi dolci a tua moglie così da creare la falsa illusione della famiglia felice, ma nonostante tutta questa aria di festa non riesci a smettere di pensare, di farti domande, di guardare il cellulare in cerca di un sms che non arriva.

L’amante non è prevista all’interno del girotondo delle festività natalizie, resta messa in disparte mentre la festa ha inizio e tutto ruota intorno all’albero di Natale.

Le hai portato un regalo strepitoso, le hai promesso un fine settimana superlativo, dopo il 6 di gennaio, quando puoi ritagliarti un pezzettino di tempo per te, con la solita scusa di un convegno noiosissimo, eppure tutto questo non serve perché lei, l’amante che alleggerisce una quotidianità schiacciante, vuole di più, ti chiede da mesi di più.

Quel di più non sai come darglielo, non rientra, almeno per adesso, nei tuoi piani, sfasciare la famiglia creerebbe un monte di guai, da incasinarti il successo lavorativo, la tua ascesa come manager super pagato, le amicizie influenti che tua moglie ti ha presentato e che hanno contribuito al tuo successo, le vacanze a Cortina e così via.

Tutto sommato la tua famiglia è un porto sicuro, non crea problemi, ti ci rifugi nei momenti vuoti, ti puoi allontanare senza problemi con scuse banali che vengono accolte senza tanti perché.

Insomma, una situazione a dir poco fantastica, eppure ti chiedi “cosa farà?”, “dove sarà?”, “con chi sarà?”, tanto che la tua testa pullula di punti interrogativi così che, tuo cognato volpone com’è, non si perde l’occasione di dirti: “in che parte del pianeta abiti, la festa è qui!”. Così capisci che non puoi stare in questa altalena, il rischio che qualcuno ti scopra così che la scalata verso il successo si frantumi in un batter d’occhio.

Come gestire al meglio durante la routine natalizia l’amante? Che posto farle occupare durante tutta questa kermesse dedicata alla famiglia? Soprattutto la prima domanda da farsi è: cosa realmente voglio da questa relazione extra coniugale? Questa domanda è significativa per entrambi della relazione galeotta.

Se è solo un piacevole passatempo allora la cosa si gestisce con facilità, poiché i patti con l’amante sono da subito chiari e definiti. Ci si incontra nei ritagli di tempo, si può passare insieme qualche giorno, quando sono fuori per lavoro, telefonate, sms, regalini, un aperitivo all’uscita dal lavoro, una cenetta a casa portata dal fattorino per non dare nell’occhio ai curiosi che possono riportare tutto alla moglie, nulla più!

Tutto deve restare confinato in una divagazione, dal tema classico familiare, per alleggerire la quotidianità, il confine non va superato.

Quando i patti sono chiari sin dall’inizio non dovrebbero esserci fraintendimenti, tutto va avanti lasciando incontaminate le cose che contano, gli spazi dedicati alla famiglia non vengono inquinati.

A volte, però, la situazione può sfuggire di mano, così la scappatella di solo divertimento, inizia a essere qualcosa in più. “Non sarà che ti stai innamorando?”, ti ripeti come se fosse un mantra. Già è così, la frequentazione leggera che doveva essere un passatempo è finita per diventare una relazione, il gioco si fa duro, la voglia di separarsi diventa insostenibile, le ferie, le festività sono un incubo che non passa mai. Nonostante tutto non puoi, non vuoi separarti.

Allora come gestire la relazione in parallelo alla situazione familiare?

La cosa non è semplice, ma possibile. L’importante, anche in una relazione extra coniugale più seria, ci siano dei punti fermi, chiari, definiti. Fintantoché non viene presa una decisione drastica di cambiamento, l’amante non può essere presente in alcune situazioni, deve assolutamente mantenere una posizione in ombra.

Come in tutte le cose, la chiarezza fa la differenza. Anche in questa evidente ambivalenza affettiva essere chiari, soprattutto con l’amante, permette di non incendiare e alimentare situazioni che potrebbero sfuggire di mano, fintantoché non è stata presa una decisione certa.

Così il suggerimento per tutte le persone che si trovano nella situazione di barcamenarsi tra l’amante e la famiglia è: chiarezza sempre e comunque.

Mentre per l’amante sarebbe il caso che valutasse bene la situazione, spesso le relazioni extraconiugali rischiano di andare avanti per anni, all’infinito, senza raggiungere una meta definita. Così il suggerimento è trovarsi una persona libera con cui condividere ogni spazio di esistenza, dal Natale alle vacanze estive, dal fine settimana alla sera dopo il lavoro, guardando insieme un film così da addormentarsi l’uno accanto all’altra.

Fare l’amante a vita non è certo un’aspettativa soddisfacente, anzi rattrista e svaluta la persona, l’amante deve accontentarsi dei ritagli. Datevi da fare, in giro ci sono tante persone che possono fare al caso vostro, così invece di aspettare il 7 gennaio per scartare il vostro regalo di Natale potete farlo felici e innamorate il 25 Dicembre sotto l’albero di Natale.


  • Instagram Social Icon
FOLLOW ME
  • Black Instagram Icon
SEARCH BY TAGS
Non ci sono ancora tag.
FEATURED POSTS
ARCHIVE