Love in the City

Le virtù di Justine


Bella, sexy, disinibita, fascino erotico che travolge in mille fantasie, 48 anni compiuti a maggio, un fisico mozzafiato che può competere tranquillamente con una ventenne. È lei: Justine Mattera, icona sexy non solo nella vita ma anche, e soprattutto, sui Social.

La rete impazzisce per i suoi scatti hot che invitano a fantasie coinvolgenti ogni volta che pubblica una foto. Lei sa bene come tenere vivo l’interesse dei suoi numerosi follower, ne stuzzica la fantasia, li coinvolge in turbolenti immagini che catturano non solo lo sguardo. Instagram le sta regalando un momento magico, è la vetrina attraverso la quale raggiunge un gran numero di persone, oltre a essere un’eccellente influencer regala momenti bollenti. Lei non è solo immagine Social, Justine è molto altro e soprattutto è una donna straordinariamente unica, sensibile, accogliente, generosa e disponibile. Emana un fascino irresistibile che cattura, attrae, coinvolge. Ne sono testimonianza gli ultimi scatti fatti in montagna all’interno di un resort cui è testimonial, nonostante sia vestita buca l’obiettivo regalando un accattivante sguardo che incolla allo schermo dello smartphone.

Incontrarla è trovarsi di fronte un vulcano di energia, un sorriso che ti abbraccia, uno sguardo che si fonde con l’interlocutore. Si racconta, si diverte narrandosi, parla a ruota libera come se il tempo vissuto fosse per lei la perla preziosa da donare all’altro come stimolo, motivazione, voglia di fare ed esserci. Una donna a tutto tondo, sogno erotico di molti.

La domanda a Justine sorge spontanea: Tuo marito non è geloso di tutto quello che fai, della tua immagine Social? “Certo, dice, non è facile. È capitato di litigare per alcuni scatti proibiti”.

Come è finita? “Gli ho dato ragione. Posso capire e per rispetto non ho più fatto foto senza veli”.

Cosa ti sta dando Instagram? “Visibilità e poi sai mi sono scoperta un'abile modella. Servono creatività e strategia, sono riuscita a fare un profilo che fa capire chi sono io davvero. Ironica, passionale. Ma anche molto professionale. Mi diverto, so bene che il mio corpo cambierà con il passare del tempo, quindi finché è bello, mostriamolo”.

Una curiosità, cosa ti ha portato in Italia? “Lo studio. Mi sono laureata in letteratura italiana a Stanford University nel 1993, avevo la possibilità di studiare a Firenze il terzo anno”. Ci racconti come è nata la tua carriera? “Per caso, se ci credi nei casi. Ballavo sulla consolle di un dj famoso (Joe T. Vannelli) as un after al Red Zone di Perugia, mi ha chiesto se sapessi anche cantare. Dal lì al Festival Bar, al programma in RAI, è stato un susseguirsi di situazioni”.

Ha vestito i panni dell’intramontabile Marilyn Monroe, offrendo un personaggio assolutamente aderente alla grande attrice di Hollywood, senza dubbio quel fascino sottile da americana sexy è assolutamente suo.

Donna dal carattere solare, gentile, accogliente, disponibile, lavora sia nel cinema sia nel teatro. Ha una bella famiglia, un marito che ama, due figli, un amore sviscerato per lo sport. Per seguire la famiglia, la crescita dei figli ha rinunciato a molte proposte di lavoro. Loro sono e saranno sempre al primo posto. Nonostante la sua carica erotica ha un approccio verso la famiglia che rispecchia molto la cultura italiana. È una mamma presente e ansiosa, ha cura della loro crescita e li stimola a svolgere le attività che amano.

Justine ha una vitalità invidiabile, si presenta come una donna delicata ma la sua immensa forza la rende determinata, caparbia, decisa.

Il primo amore non si scorda mai (così si dice) chi è stato il tuo primo indimenticabile amore? “Mark Heingartner campione del mondo di snowboard. Siamo stati insieme 8 anni. Dal 17 al 25”.

Justine e il sesso? “Non posso fare a meno del sesso”, dice con il suo inimitabile accento americano che la rende ancora più affascinante.

Hai mai ricorso alla chirurgia estetica? “È importante piacersi. Non sono contro alla chirurgia estetica se fatta con parsimonia. Tutto deve essere fatto con il buon gusto. Anche io sono ricorsa a qualche accorgimento. Sono una madre, ho allattato due figli, la forza di gravità e la natura non si possono fermare, quindi ho deciso di rifare il seno, l’ho fatto per me anzitutto, non per mio marito”.

A 46 anni sei uscita in un servizio su Playboy … perché questa scelta? “Ho fatto Playboy per la prima volta nel 1993, poi nel 2000, ancora un’altra volta nel 2017(46 anni). Trovo divertente la bellezza, come cambia, come matura, come rimane ancora intrigante ed attraente”. Sei una donna molto sexy che ama lo sport, da cosa nasce questa passione? “Sono sempre stata sportiva, 11 anni di nuoto agonistico, poi nuoto sincronizzato e canottaggio all'università. Per gli americani lo sport è una parte fondamentale della crescita”.

Attualmente dove possiamo vederti? “In Viaggio con Justine su Bike Channel (sky 214)”.

Progetti futuri? “Girerò due film e condurrò un programma sportivo per Mediaset. Mi candiderò per la Federazione Ciclistica Lombarda e tornerò in teatro. Poi farò la mezza maratona di Terni come madrina seguita da diversi Triathlon. Vi basta?”.

Che dire … grazie Justine di esserti raccontata e di averci offerto l’opportunità di entrare nella tua vita.


  • Instagram Social Icon
FOLLOW ME
  • Black Instagram Icon
SEARCH BY TAGS
Non ci sono ancora tag.
FEATURED POSTS
ARCHIVE