Love in the City

Bisogna imparare a lasciarsi


L’amore, si sa, spesso si conclude in malo modo pur essendo iniziato all’insegna del sogno. Tanti sono gli amori che finiscono, anche dopo anni di convivenza, tanto che la separazione rappresenta un passaggio doloroso per i più. Le fiabe dovrebbero modificare il finale con “e vissero separati e contenti”. Diciamocelo pure il sogno del “vissero felici e contenti” tramonta spesso anche nelle storie d’amore più belle.

C’è addirittura chi sta ipotizzando una separazione imminente tra i Duchi del Sussex! Che dire anche per il bel Principe si sta aprendo un percorso tortuoso? Eppure, non ha sposato la donna dei sogni arrivata da ceto medio americano. Per lei il sogno, come lo è stato per Vivian (Pretty Woman) è diventato realtà. La favola è arrivata!

Sembra impossibile eppure attualmente sono infinite le coppie che scoppiano. La cosa più difficile da mantenere viva è la fiammella dell’amore, poiché necessita di cure, attenzioni, stimoli, motivazioni e non deve assolutamente appiattirsi nello scontato, nel quotidiano che ingabbia, nella ripicca o nelle voglie impossibili che soffocano uno dei due.

È pensiero comune ritenere che quando un amore finisce uno dei due della relazione abbia mancato, sbagliato, non saputo capire in tempo un bisogno, oppure non sia stato all’altezza. La separazione è vissuta come un lutto significativo che s’incide profondamente nella propria esperienza di vita.

A volte, nessuno dei due della coppia riesce a comprendere che cosa non ha funzionato eppure qualcosa si è rotto, tanto che bisogna trovare un modo per gestire la separazione. I motivi sono infiniti, quando una coppia entra in crisi non è responsabilità di uno solo, entrambi attraversano un momento di smarrimento, il malessere è spesso sopportato, negato o attribuito all’altro. Lasciarsi mette in campo sensi di colpa, di rifiuto, rimorsi, rabbia, disperazione, ovvero una serie di emozioni e vissuti che spesso sono difficili da gestire.

Chi subisce la separazione può mantenere aperta la ferita che ne consegue a lungo. In amore ci mettiamo a nudo, restiamo spesso senza maschere, siamo vulnerabili, fragili e se arriva la crisi con l’epilogo della separazione non sempre si è capaci di arginare il dolore.

La fragilità dei rapporti terminati si evidenzia dai comportamenti che emergono dopo la separazione. C’è davvero di tutto. Alcuni si fanno una guerra spietata, altri cercano un possibile compromesso, cercando di rimanere “amici” (si fa per dire) trincerandosi dietro alla credenza: “lo faccio per nostro figlio”, taluni trovano vie alternative per ricostruire il rapporto cercando di far innamorare nuovamente il partner.

Insomma, le vie sono molteplici e appartengono alle esperienze di ciascuna persona. Dal percorso tortuoso della separazione non sono immuni nemmeno le celebrità. Tanti sono i personaggi dello spettacolo che si sono lasciati e nonostante tutto hanno continuato a dare “spettacolo” con le loro performance da innamorati. C’è da chiedersi se è davvero così oppure dietro c’è la sottile intenzione (non tanto sottile) di ritagliarsi una fetta importante di visibilità. È il caso di Nina Moric e Favoloso, un amore tumultuoso, terminato con colpi di scena variopinti e pieni di suspense. Lui è addirittura scomparso per un po' di tempo! Ma la bella Nina ci ha abituato ad amori tortuoso e bollenti, basta pensare a Fabrizio Corona da cui ha avuto anche un figlio.

C’è anche chi non ha tempo di comunicare all’(ex)amata che vuole interrompere la relazione tanto da farlo comodamente via Social. Instagram è il mezzo preferito da molti, così Licia Nunez viene lasciata dalla sua compagna Barbara Eboli con un messaggio postato nella rete, dove affida il suo sfogo. Che dire lasciarsi in questa epoca dell’amore 2.0 è un fatto pubblico da comunicare all’intero pianeta con un solo click? Eppure, l’amore e l’amarsi è un aspetto intimo e privato che dovrebbe essere protetto. Tuttavia, pur di far parlare di sé si è disposti a tutto.

Per non parlare della bollente separazione di qualche anno fa dei Brangelina. La storia del loro divorzio è finita sulle pagine dei magazine di tutto il mondo, eppure sembrava una coppia così perfetta. Tra di loro si sono detti e fatti di tutto.

Che dire di Adele che non solo si è lasciata dal suo Simon Konecki ma ha perso ben 30 kg in brevissimo tempo. Magia della separazione o forse il loro amore non era poi così tanto a 5 stelle?

Da poco tempo si è lasciato anche il Premio Oscar Colin Firth con la moglie Livia dopo ben 22 anni di matrimonio e molte burrasche superate.

Quale sentiero percorrere per dirsi addio in maniera delicata senza troppo dolore?

Il momento della separazione spesso è traumatico, può far emergere una fragilità che prima non era presente, può stimolare reazioni inaspettate, può condurre a comportarsi in maniera immatura. Esiste un modo che provochi meno sofferenza e sia il migliore per lasciarsi?

È fuor di dubbio che dobbiamo essere sicuri della scelta che si sta per compiere. Una volta capito che non si vuole più proseguire con la relazione è bene essere decisi e sicuri. Parlarne immediatamente con il partner e spiegare i motivi della rottura, senza aspettare che le cose si risolvano da sé, o che sia l'altro a prendere la drastica decisione. Più passa il tempo è più sarà difficile troncare la relazione.

La soluzione migliore, quando si deve affrontare una separazione, è il confronto aperto, la peggiore il ritiro e la comunicazione mediata.

Il distacco dall’altro è elaborato in maniera migliore se, chi subisce, è preparato e non sorpreso dalla decisione di interrompere. Il rispetto per la propria e l’altrui dignità è fondamentale per giungere a una conclusione, seppure dolorosa, ma rispettosa dei tempi di ognuno della coppia.

Parlarne civilmente è un passo importante.

Chiudersi in sé stessi e nel proprio dolore non serve a nulla anzi alimenta la sofferenza, la rabbia e il rancore portando poi a compiere azioni non certo adeguate.

Nella prima fase della separazione è significativo riprendere in mano la propria vita, trovare nuovi hobby, ricucire le vecchie relazioni amicali abbandonate per dedicarsi al partner. puo accadere che nonostante la decisione presa non si riesca a lasciarsi del tutto!

Molti, infatti, continuano a sentirsi telefonicamente, a mandarsi messaggi ed e-mail. Non è raro che si incontrino di nuovo, incontri che hanno la caratteristica di essere ancora più intimi, oppure incontri, dove c’è solo l’obbiettivo di creare discussioni animate. Tenersi legati al passato impedisce ad entrambi di progettare nuove possibilità di vita, nuovi incontri.

Altro problema è non riuscire a lasciarsi. Cosa fare? Come affrontare la situazione?

L’ansia da separazione può rendere incapaci di prendere qualsiasi decisione così che si resta in un limbo dove nessuno è felice. Il distacco crea una tensione così forte che la soluzione migliore appare l’evitamento cui si aggiunge l’incapacità di confrontarsi. Qui il problema è più complicato perché la soluzione migliore sembra quella di far finta che … ma di mezzo c’è la propria vita, la propria felicità e una scelta di questo tipo di certo non premia.

Tre passi per lasciarsi al meglio:

  • Sii consapevole che il vostro amore è al capolinea.

  • Non essere egoista, prima di qualsiasi decisioni rifletti, confrontati, cerca di comprendere cosa sta accadendo. L’egoismo non porta da nessuna parte.

  • Spiega in maniera autentica e sincera la scelta presa. Motivala con argomentazioni reali. La fuga e l’evitamento non porta da nessuna parte. Ricorda che le scenate non servono e non conducono da nessuna parte.

L’amore è l’esperienza più bella e appagante che un essere umano possa vivere. Senza amore nessuna vita è nutritiva e soddisfacente. Come tutte le cose l’amore non è “il per sempre”, cambia, si modifica, si trasforma, affinché possa essere “per sempre” sta a entrambi della relazione averne cura, proteggerlo, arricchirlo e volerlo. Sì, perché al di là di tutto l’amore bisogna volerlo.


  • Instagram Social Icon
FOLLOW ME
  • Black Instagram Icon
SEARCH BY TAGS
Non ci sono ancora tag.
FEATURED POSTS
ARCHIVE