Love in the City

Si, talvolta è giusto un passo indietro


Sanremo è Sanremo!

Quando arriva porta con sé non solo celebrità ma una valanga infinita di commenti, critiche, malintesi, decisioni più o meno condivise, scetticismo e un grande punto interrogativo su come andranno le 5 serate, su come saranno gli ascolti, se il presentatore è stato o no all’altezza del compito, se gli ospiti erano di buon livello e così via. I due mesi prima e le settimane a seguire sono imbevute di punti di vista disparati che alimentano curiosità, giudizi e attese. Strategia o no per avere più ascolti, di fatto è un copione ormai che si ripete ogni anno.

Questo è l’infinito mondo della ribalta, dove si dice tutto e il contrario di tutto, dove le luci dei riflettori si accendono ma possono spengersi in un attimo, tutto è effimero, non è facile afferrarlo.

Virginia Woolf affermava che “dietro ogni grande uomo c'è sempre una grande donna", come non darle ragione! Sono le donne di coraggio che si mettono lontano dai riflettori e sostengono il marito nel cammino del suo successo. Non è facile, perché si sa, soprattutto nell’epoca 2.0 le donne non amano restare lontano dai riflettori. Eppure, qualche mosca bianca c’è ancora, a farcelo notare nonostante il polverone che si è tirato dietro, è stato Amadeus, accennando al “passo indietro”. Non è un passo di danza moderna, nemmeno il titolo di un film di successo, né una serie Tv, semplicemente una frase detta dal prossimo presentatore di Sanremo sulla fidanzata di Valentino Rossi: “Sa stare un passo indietro rispetto a un grande uomo”. Decisamente un complimento per la bella Francesca Sofia Novello, anche se non tutti la pensano così.

È bastato poco per far incendiare una serie infinita di polemiche, scatenare i Social e le dichiarazioni da parte di alcuni personaggi dello spettacolo come Heather Parisi e Claudia Gerini. Una polemica eccessiva che sta alimentando tutta una serie di dichiarazioni, tanto che la moglie di Amadeus (Giovanna Civitillo), nel profilo Instagram condiviso con il marito, pubblica una citazione attribuita a Massimo Troisi “Io sono responsabile di quello che dico, non di quello che capisci”. La dice lunga sul fatto che si sono alimentati commenti senza fondamento.

Il mondo della ribalta è così, un grande carrozzone dove ognuno ha il suo punto di vista ed è pronto a sferzare un colpo di fioretto pur di mettersi in mostra.

Se ci pensiamo bene le grandi donne sono figure essenziali e determinanti per gli uomini di successo e di potere, sono quelle che nonostante tutto fanno “un passo indietro”. Lo fanno con dignità, coraggio, scelta, condivisione e desiderio di farlo come progetto di coppia.

Basta guardarsi un po' intorno e ci rendiamo conto di come molti uomini non sarebbero o non sarebbero stati quello che sono se non avessero avuto accanto una donna che ha fatto la differenza attraverso il giusto sostegno, gli adeguati stimoli, i consigli sempre equilibrati e saggi, la capacità di ascoltare ed esserci nei momenti di difficoltà.

Ma cosa succede quando lui (o lei) è di successo? Come vivono le mogli o le compagne questo stare dietro alle quinte? Quanto è difficile essere la compagna (o il compagno) di una persona famosa, o super impegnata? Vivere nella sua ombra o cercare di spendere di luce propria? Quanto si deve sacrificare per far emergere la carriera del compagno(a)?

Le mogli degli uomini di grande successo non assomigliano alle supermodelle. Generalmente sono persone che non vivono solo di parrucchiere, shopping, viaggi, aperitivi e amiche, anzi hanno interessi significativi che supportano il marito.

Mark Zuckerberg fidanzato si dai tempi di Harvard con Priscilla Chan. Lei non è una bellissima né mondana e veste casual come lui, diremmo due persone assolutamente anonime con una capacità e lungimiranza imprenditoriale da far invidia. Eppure, lui, anche se non affascinante, potrebbe ambire alla bellezza mozzafiato che fa girare la testa ogni volta che la presenti in pubblico, ma non fa al caso suo. Mark preferisce la solidità di un rapporto vero, costruttivo e stimolante.

Stessa scelta fatta dall’economista e investitore Warren Buffett, sposato con Astrid Menks sin dagli anni ‘70. 16 anni di differenza ma il loro è senza dubbio un amore a cinque stelle.

Il fondatore di Google, Larry Page, sposato con Lucinda Southworth, di cui le cronache mondane non sanno assolutamente nulla.

Amancio Ortega proprietario di Zara, Massimo Dutti, Pull & Bear, Stradivarius, Bershka, Oysho, Uterque e Lefties, è sposato con la sua segretaria Flora Pérez Marcote, una donna dall’aspetto normalissimo che lo sostiene, lo appoggia e lascia una traccia significativa nelle varie scelte aziendali del gruppo.

Bernard Arnault una potenza nel campo della moda, il suo gruppo ha Maison d’eccellenza come Dior, Givenchy, Selin, Lacroix, Kenzo, Guerlain, Sephora, Hennessy, Mo?t & Chandon, Dom Perignon, Pommery, Veuve Clicquot, e Krug, è sposato con Hélène Mercier una pianista classica che ha scelto di dedicarsi alla famiglia.

Per quello che si sa di queste straordinarie coppie, le mogli sono la forza che sostiene, anche se i riflettori non sono puntati direttamente su di loro, riescono a trovare il loro spazio vitale e ad avere il giusto riconoscimento. Non sono donne che si sentono messe da parte anzi hanno il loro posto di rilievo e si mettono in evidenza per molte caratteristiche importanti che contribuiscono al successo. Sono scelte di vita che premiano se vissute con intelligenza e capacità di costruire e progettare insieme.

C’è un detto popolare che dice “due galli nello stesso pollaio non possono starci”, ed è proprio così, in una coppia entrambi allo stesso piano di successo non possono stare pena la crisi di coppia. Il segreto per una coppia di successo è avere il giusto equilibrio, i rispettivi ruoli, una buona capacità comunicativa e un significativo spessore di progettualità. Insomma, guardare nella stessa direzione pur da due livelli differenti è l’aspetto essenziale per costruire una coppia vincente, dove chi emerge è solo una parte dell’insieme.

Un uomo arriva con più facilità al successo personale se è supportato da una compagna, una moglie che sa sostenerlo e stimolarlo.

Lo stesso vale anche al femminile. Ci sono molte donne di successo che hanno al loro fianco uomini che le stimolano, le sostengono e cercano di accompagnarle nel loro cammino.

È fuor di dubbio che per avere una carriera professionale di successo è importante avere al proprio fianco la persona giusta, che è un convinto sponsor, che sostiene le scelte, che lotta per arrivare a raggiungere l’obiettivo prefissato.

Nulla si costruisce a caso e la scelta di un compagno o una compagna di vita è fondamentale soprattutto se uno dei due ha un ruolo importante.


  • Instagram Social Icon
FOLLOW ME
  • Black Instagram Icon
SEARCH BY TAGS
Non ci sono ancora tag.
FEATURED POSTS
ARCHIVE